GERTRUDE BARROWS BENNETT

Gertrude Barrows Bennett

Categoria:

Descrizione

AUTORE: Gertrude Barrows Bennett

TITOLO: Il grande ignoto | Dietro la tenda | L’isola

COLLANA: La Bolla #2

TRADUZIONE: Valentina Accardi e Chiara Messina

GENERE: Weird

ANNO: 2018

PREZZO: Creative Commons

FORMATO: .pdf

ISBN: 978-88-940420-7-8

SINOSSI:

Gertrude Barrows Bennett (Minneapolis, 1883-1948) viene considerata una dei precursori del genere Weird.
 
Dattilografa e appassionata di letteratura, dopo essere rimasta vedova e orfana di padre nel giro di pochi mesi, comincia a pubblicare racconti all’età di trentaquattro anni per necessità economiche, sotto lo pseudonimo di Francis Stevens.
 
Dopo tre anni, nel 1920, muore anche la madre e Gertrude si trasferisce in California.
 
Nel 1939 invia una lettera alla figlia in cui le comunica di avere importanti novità da comunicarle.
 
Da quel momento scompare nel nulla.
 
Capace di muoversi con disinvoltura tra gotico, dark fantasy e fantascienza, nella sua breve attività letteraria ha pubblicato parecchi racconti e sei romanzi, tra cui:
 
Claimed: definito da Howard Phillips Lovecraft “uno dei romanzi fantasy più strani e coinvolgenti che potrete mai leggere”, è la storia di un ricco collezionista di antiquariato che si imbatte in una inquietante scatola verde dai poteri paranormali.
 
La Cittadella della Paura (The Citadel of Fear): racconta di un’affascinante civiltà azteca riscoperta durante la prima guerra mondiale, alla prese con la intransigente divinità Quetzalcoatl.
 
Le Teste del Cerbero (The Heads of Cerberus) apripista dei romanzi distopici, in cui una polvere grigiastra è in grado di proiettare chiunque la inali nella Filadelfia del 2118, dominata da una dittatura.
 
Il critico Sam Moskowitz l’ha definita “la scrittrice femminile di weird e fantascienza più dotata insieme a Mary Shelley”.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “GERTRUDE BARROWS BENNETT”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *